ArabicChinese (Simplified)EnglishFrenchGermanItalianPortugueseSpanish
Home / America Latina / Origine Empanadas
Origine Empanadas

Origine Empanadas

Le empanadas, quei fagotttini di pasta ripiena, sono diffusi in tutta l’America Latina, ma la loro origine è molto dibattuta. Il nome deriva dallo spagnolo “empanar”, che significa “avvolgere qualcosa con pane o pasta per cuocerlo”.

Con ogni probabilità l’origine si deve ricercare in Spagna: successivamente gli Spagnoli portarono in America Latina questa ricetta che nel continente americano subì col tempo varie modifiche e rielaborazioni. In Argentina, in passato, le empanadas era il piatto tipico che si serviva per fare festa al ritorno dei gauchos dopo i lunghi periodi passati nelle pampas a sorvegliare il bestiame. 

Foto di un gaucho argentino del 1870

Foto di un gaucho argentino del 1870

Si pensa che furono gli Arabi a portare questa ricetta in Spagna durante il periodo della loro dominazione nella penisola iberica e la prima menzione del piatto la si trova in un libro di cucina pubblicato in catalano nel 1520 da Ruperto de Nola, El Libre del Coch, in cui si descrivono empanadas ripiene di frutti di mare. Ed ancora oggi il Festival de la Empanada fa parte integrante della cultura gallega.

Ma alla fine, sono molte le cucine che hanno delle varianti di questo tipo di preparazione in cui della pasta è ripiena di vari ingredienti: basti pensare ai nostri Calzoni o alla Cornish pastry della Cornovaglia -una regione del sud della Gran Bretagna- che consiste in un pezzo di impasto riempito di carne tritata e cipolla.

Scroll To Top