ArabicChinese (Simplified)EnglishFrenchGermanItalianPortugueseSpanish
Home / Cultura / Il galateo dei Musulmani a tavola
Il galateo dei Musulmani a tavola

Il galateo dei Musulmani a tavola

Un detto del Profeta Muhammad dice: “Cibo di due è sufficiente per tre, e cibo di tre è sufficiente per quattro” ciò riassume la filosofia che sta alla base dell’ospitalità propria di Musulmani: offrire cibo all’ospite è parte integrante della loro vita.

Se ovviamente ci sono differenze tra tutti i vari paesi di fede islamica, il galateo, derivando in modo quasi diretto dalla cultura religiosa, ha dei principi di base generali che non cambiano.

Così non c’è un ordine preciso nelle portate, ma queste sono servite nello stesso momento sul tavolo. Prima di sedersi al tavolo è importante lavarsi le mani e pronunciare prima di mangiare la parola “Bismillah Arrahman Arrahim”che significa “In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso” per benedire il cibo. Un buon Musulmano mastica lentamente, non fissa gli altri mentre mangia perché è maleducazione, non usa la mano sinistra per mangiare perché è considerata impura, non mangia carne di maiale, non beve alcolici, ecc.

Se vi capitasse di essere ospiti in una casa musulmana, ricordate che mangiare in maniera misurata viene visto come una critica sia al cibo sia alla compagnia, viceversa fare il bis e servirsi porzioni abbondanti è molto apprezzato. Il padrone di casa si occuperà personalmente di servire le parti  più prelibati al suo ospite e non vi turbate se, almeno nelle famiglie più osservanti, vedrete le donne mangiare in cucina o in un punto diverso della casa,  rispetto a dove si trovano gli uomini.

 

Scroll To Top